ll caso Pinky Gloves e lo User-Centered Design

Il problema

Il Design Thinking e più in generale il design centrato sull’utente ci insegna che un prodotto o servizio è veramente efficace nel momento in cui risolve un problema (o soddisfa un bisogno) del nostro utente target.

Il linguaggio visivo

Come si presenta il prodotto? Il guanto è rosa fucsia, il nome è “Pinky”, il packaging presenta logo e decorazioni di nuovo in rosa con tanto di cuore accennato nel logo. Viene dato per scontato che per attirare un pubblico femminile sia fondamentale incorporare completamente il colore più stereotipato. Un esempio positivo di un prodotto indirizzato al pubblico femminile senza una traccia di pink? Clue, app che permette di monitorare il proprio ciclo mestruale (sempre made in Germany), che si presenta con un design semplice, minimal e che riesce ad usare il rosso con eleganza.

L’impatto

Un prodotto del 2021 che di fatto è guanto di plastica perde in partenza — gli assorbenti sono rifiuti dannosi per l’ambiente e le donne (che possono farlo) si stanno spostando sempre di più verso prodotti sostenibili. Per un prodotto in questo settore quindi si potrebbe quasi già parlare di Environment-Centered Design piuttosto che di Human-Centered Design. Inoltre, diverse ricerche mostrano che sono proprio le donne a sentire maggiormente l’importanza delle proprie scelte come consumatrici e ad agire di conseguenza.

  • Non possiamo non parlare con gli utenti: all’inizio del progetto è importante interfacciarsi con le persone a cui è indirizzato il nostro lavoro, per ottenere un quadro completo della situazione in cui il prodotto va a inserirsi.

--

--

Senior UX Designer at SpazioDati | https://stelladesign.online/

Love podcasts or audiobooks? Learn on the go with our new app.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store